>>> Guerra sui Mari <<<

Arrivo a Carvellung


Link

>>> Alar Terra di Eroi <<<

>>> DnDWorld <<<

Headline full story...

Headline full story...

Headline full story...

Headline full story...

--==§-• ¤ •-§==--

Narratore in Grigio

Eurk (Barbaro - Mezz'orco) in Verde

Orgon (Monaco - Umano) in Blu

Ariman (Guerriero - Umano) in Rosso

Skogara (Halfling PNG) in Arancio

Labedan (Oste PNG) in Bianco

 

--==§-• ¤ •-§==--

 

Fiuuu, bel colpo, per fortuna abbiamo chiuso il portale.
***disse Orgon rilassandosi e tirando un sospiro di sollievo.***
Me zta meglio adezzo.

*
**sentenziò Eurk rilassando le ossa.***
Complimenti, è stata una bella azione eroica di squadra, come se vi conosceste da tempo.

***aggiunse Skogara, in quel momento i suoi occhi incrociarono quelli del monaco.***
°°°Si, come no. Adesso lavoro con i mezz'orchi!°°°
pensò tra se' e se' Ariman.
Veramente noi...
provò impacciato Orgon, mentre continuava a guardare intensamente Skogara negli occhi.
Voi mi nascondete qualcosa, ma va bene così! Mi farò prendere in giro.
***Gli rispose avvicinandoglisi.***
Ma no. Te l'ho detto, poco prima di incontrarti noi...
***I due adesso erano molto vicini.***
Vogliamo riprendere il nostro viaggio prima di fare altri simpatici incontri? Mhhh, per la nostra meta in che direzione?
***Interruppe Ariman***
Di là.
***disse Skagora con sicurezza indicando verso ovest.***
Allora, in marcia!

***Proseguì Ariman, partendo convinto.***

I quattro, finalmente, si rimisero in viaggio per la loro destinazione, il viaggio durò abbastanza e passarono attraverso un sentiero non tracciato che li condusse attraverso il bosco; dopo un poco videro tra gli alberi stagliarsi la figura di alcuni gabbiani, alcuni alberi maestri e l'area che era permeata dal salmastro odore del mare.

Evviva! Il mare!
***gridò Eurk***
Sembra siamo quasi arrivati.
***Gli fece di rimando Ariman***
Skagora, avvicinandosi a Eurk e guardandolo con fare dolce e consolatorio, gli parlò.

Non agitarti, manca ancora una mezz'oretta di viaggio.
Appena finito il bosco, si ritrovarono in un piccolo spiazzo piatto e sassoso, l'area era densa di salmastro e si sentivano le molteplici voci provenienti dal vicino porto.

Fermiamoci. Prima di proseguire, decidiamo che cosa fare.
***disse Ariman,. togliendosi lo zaino e mettendosi a sedere.
Tu, Orgon, che programmi hai?

Io voglio trovare informazioni sui miei genitori.
Ed una pista l'hai?
Si, Carvellung.
Azz, un po' poco.
Ze tu fuoi trofare informazioni, devi rekarti in pozti dove cente za! Taferne e Lokali.
°°°Incredibile, ne ha azzeccata una, non mi par vero.°°°
Skagora, tu che conosci il posto sai indicarci una locanda?
Si, ce ne è una, "La Tunica di Sale".

***si interruppe un attimo*** Lì troverete ristoro e le informazioni che cercate.
Allora andiamo.
***Dicendo questo, il giovane guerriero di rimise in piedi e si incamminò per il viale ciottolato.***
Mano a mano che si avvicinavano alla città, in direzione del porto sempre più navi si facevano loro innanzi, dalle più imponenti alle più sfarzose; una in particolare attirò la loro attenzione, era molto grande con degli strani disegni sulla imponente vela, che però i tre non riuscirono a comprendere, inoltre come fece notare Orgon ad Ariman la nave era armata in maniera pesante, Due grosse catapuilte troneggiavano sul cassero.


Io devo andare, la casa in cui presto servizio è qui vicino.

***Skogara interruppe così i tre assortiti compagni.***

Dicendo ciò, si avvicinò ad Orgon, le sue labbra sfiorarono le sue lasciando intendere che niente era già scritto e l'incontro non finiva lì; la hlfling salutò e si infilò in un cancello, lasciando il monaco interdetto.

Perkè zei trizte?

***Eurk interruppe i pensieri del monaco.***
Non sono triste.

***Rispose Orgon scrollandosi un po' per riprendersi.***

Ariman, nel frattempo chiese ad un passante informazioni sulla locanda, ed Eurk si domandò
***Danno me birra, ze pago?***
ricordando la sua ultima esperienza.

Trovata la locanda, i tre si sedettero al primo tavolo libero e cominciarono facendo due conti in tasca.


Tu, Orco, non fare danni come l'ultima volta!
Io no orco!

***rispose risentito Eurk.***
Per me è la solita. Prima mangiamo e troviamo sistemazione e poi chiediamo informazioni, d'accordo? Quanto avete? Io venticinque Monete d'Oro.
Tu rikko, io kuindici.
Bhe, anche io venticinque.
Siete appena arrivati? ***Domandò l'oste appena avvicinato al tavolo.***
Si

Esatto
E' kozì.
E non siete scesi da nessuna nave, scommetto. ***Affermò l'oste squadrandoli da capo a piedi.***
Avete ragione, è così.
Avete fame?
Zi, molta e zete.
E di un posto dove dormire.
Si anche di quello!
Fanno centoventi Monete d'oro.
E ora, ragazzi, che si fa? Non abbiamo abbastanza soldi.
Solo la cena quanto costa?
Settanta monete.
Neanche così ce la facciamo.
Direi che siamo fregati.
Ordinate o no? Ho altri clienti che aspettano! ***Disse, indicando dei marinai appena entrati.***
Zolo le birre? Kuanto è?
Solo tre monete.
Allora tre birre.
***Sentenziò Ariman, mostrando dieci monete d'oro.*** E pane.

I tre allora si chiesero cosa fare, contando il fatto che ben poco potevano, in quanto non avevano molti soldi; Orgon tentò di ottenere qualche informazione dal cameriere che li serviva, ma questo fu più che altro restio e intento solo al suo lavoro.

Tu zbagli, devi andare ad un bancone ed offrire da bere, cozì defi fare per ottenere dei risultati
°°°Forse non è cosi stupido come sembra.°°°
Orgon, Skogara forse ci può consigliare un posto per la notte e dove poter cercare lavoro per poterci mantenere, ed inoltre può avere le conoscenze che tu cerchi, torniamo da lei e chiediamole qualcosa.
Forse hai ragione.
I tre si apprestarono a finire la magra cena a base di birra e pane, pensando di ripartire.


About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | ©2007 Eurk
<