>>> Guerra sui Mari <<<

La Brocca d'oro


Link

>>> Alar Terra di Eroi <<<

>>> DnDWorld <<<

Headline full story...

Headline full story...

Headline full story...

Headline full story...

--==§-• ¤ •-§==--

 

Narratore in Grigio

Eurk (Barbaro - Mezz'orco) in Verde

Orgon (Monaco - Umano) in Blu

Ariman (Guerriero - Umano) in Rosso

Mastro Dimberel (Locandiere - PNG) in Verde Grigio

 

--==§-• ¤ •-§==--

 

Tra a boscaglia apparve una costruzione non molto lussuosa, anzi piuttosto rustica nelle sue fattezze. Il mezz'orco era proprio in cerca di qualcosa da mettere sotto i denti, le poche monete d'oro che erano nelle sue tasche bastavano per un tozzo di pane ed un bicchiere di vino? Si avvicinò alla locanda che sfoggiava quel cartello in legno con sopra intagliato "La Brocca D'oro". La sua sagoma attraversò l’uscio, attirando l’attenzione di tutti. Eurk si guardò attorno in cerca del locandiere.

Ariman fu subito colpito da un particolare, una mano umana come ciondolo della collana del mezz’orco.

°°°Chissà il perchè di quella mano al collo.°°°

Ed anche Orgon non fu da meno.

°°°Certo che ne viaggia di gente strana.°°°

Il locandiere guardò Eurk disgustato, come chi entra per consumare pur non potendoselo permettere
.

COSA VUOI?
***verso Eurk***


Tutti fissarono per qualche secondo il mezz’orco ma, dato che non sembrava minaccioso, qualcuno riprese consumare le pietanze e giocare a carte imperturbabilmente.

Ariman, appena capì che il nuovo avventore era un mezz'orco si esibì in un gesto di stizza, come disturbato dalla sua presenza, il monaco invece, cambiando espressione, si alzò lentamente e si incamminò al bancone in direzione di Eurk.


DICO A TE! COSA VUOI?

* **verso Eurk***

Cibo, e birra! Me paga

Mastro Dimberel fece cenno al mezz’orco come per avvicinarsi verso il bancone in una parte periferica, mentre Ariman studiava attentamente i movimenti del barbaro di razza ibrida.

Birra. Vediamo se puoi pagarmi.

I
l mezz’orco deposito 8 monete d’oro sul bancone.

Ekko miei zoldi! Tu kuanti ne vuole?


Il locandiere diede una rapida occhiata ai quattrini del forestiero e poi si rivolse a Orgon ed Ariman.

Voi desiderate qualcosa messeri?
Per me birra e cibo.
Birra e basta.
Che cibo?
Cosa hai di caldo?
Pronto subito, ho dello stufato di gallina.
Vada per lo stufato.
Anke io!

La gallina mi piace, la voglio assaggiare.
Con 5 monete d'oro ti posso dare una brocca di birra e uno stufato di gallina, mezz’orco.
Kome io ha detto, io paga io mancia e io beve.


Mastro Dimberel allestì la preparazione di due birre dal barile più grande ed una da uno che era in fondo, vicino all’ingresso per le cucine. Intanto, al bancone, Orgon con un filo di voce.

Hei, mezz'umano.
Zi?

°°°Lui non ha nulla di umano°°°
Senti, da dove vieni?

Il locandiere tornò, servì due birre rosse ad Orgon e Ariman e porse una birra chiara molto schiumosa davanti al mezz’orco, mostrando un sorriso, poi si allontanò incurante verso le cucine, per dare indicazioni per il cibo.

Grazie
***Al locandiere***

Ehi tu! Perkè a me birra akua?
***dando un forte pugno sul tavolo.***

Ariman si girò verso il mezz'orco e lo guardò in tralice, il monaco, invece. rimase stizzito dal razzismo del proprietario della locanda. Eurk di rimando, si rivolgese ai due.

Beh, no è fostro problema, foi no preokkupa!


Pochi istanti dopo, una giovane mezz’elfa molto graziosa, addetta alle cucine, servì tre ciotole di fumante e profumato brodo di gallina ai clienti, che ringraziarono per il pasto servito. La ragazza, poi, prese tre cestelli di pane e li avvicinò alla ciotole. Arrivò subito Mastro Dimbeler per assicurarsi che fosse tutto di loro gradimento, e soprattutto per ritirare il compenso.

Quanto è?
Signori, pagate 5 monete d'oro a testa.

Orgon ed il guerriero pagarono senza proferire una parola.

Perkè io ha birra akua?
Non mi sembra il caso tu ti scaldi così, rivolto a Eurk.

Il locandiere tese la mano per riscuotere il denaro.

Mi sorprende che ti voglia avvelenare, non sai che i mezz’orchi non possono bere la birra rossa?
Io fa ciò ke io fuole.
°°°Non hanno abbastanza cervello per capirlo°°°
°°°Ma guarda che pretese.°°°

La birra servita ad Ariman ed Orgon era davvero gustosissima, quella di Eurk sembrava, invece, un fine barile.

Oste,complimenti per la tua birra.
°°°Se lo avesse fatto a me gliela avrei lanciata ahahah.°°°
Io ha zempre befuto birra, mai birra akua! Ze tu da me birra akua io paga metà birra!

Il locandiere strappò la birra dalle mani del barbaro…e dopo pochi istanti ritirò anche la scodella.

AH SI? ALLORA VAI A CERCARTI UN'ALTRO POSTO DOVE ANDARE, BESTIA! QUESTE SONO LE MIE CONDIZIONI!
Attento ke ora me arrabbia!

°°°Ecco, lo sapevo. Dovevo fermarmi a Carvellung! Ufffff!°°°

Ariman rise sotto i baffi.

RINGRAZIA CHE NON TI HO CACCIATO PRIMA DI FARTI ENTRARE!

Tutti gli abituali clienti strinsero un cerchio attorno al mezz’orco, saranno stati una dozzina, due di loro erano molto grossi e avevano delle clave che brandiscono minacciosamnte, ma il più vicino era un’elfo che non tardò ad estrarre il suo stiletto.

°°°Lo sapevo, lo sapevo!°°°
Miei zoldi uguali a kuelli di altri!

Calma orco, non ti scaldare, rischi...
Ze tu no da me cibo, io insegna te a folare!

Il locandiere continuò a prendere in giro Eurk per il modo di esprimersi.

A FOLARE! AHAHAHAH FOLARE MIO SIGGGNORE ORCHI NO STUPIDI ORCHI FORTI

Ariman mise una mano alla spada, mentre il monaco scrocchiava le dita ed analizzava lo sviluppo della situazione.

Ragazzi, non mi sembra il caso. So come vanno a finire queste cose.
Ha ragione,lasciatelo stare, e tu, orco, non fare casino.
Kome Kazino? E' lui ke fa tutto! Io inzegna a lui edukazione.

AHAHAHAHAHA MI INSEGNA! TE LO RIPETO PER L'ULTIMA VOLTA, QUESTE SONO LE MIE CONDIZIONI, O FUORI DALLA MIA LOCANDA! L'EDUCAZIONE... Sono stato educato già a farti entrare.

Il guerriero, anche se la situazione era davvero critica, non voleva che la sua birra finisse sprecata, e velocemente scolò il boccale.


About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | ©2007 Eurk
N