>>> Guerra sui Mari <<<

Rissa in locanda


Link

>>> Alar Terra di Eroi <<<

>>> DnDWorld <<<

Headline full story...

Headline full story...

Headline full story...

Headline full story...

--==§-• ¤ •-§==--

 

Narratore in Grigio

Eurk (Barbaro - Mezz'orco) in Verde

Orgon (Monaco - Umano) in Blu

Ariman (Guerriero - Umano) in Rosso

Mastro Dimberel (Locandiere - PNG) in Verde Grigio

Afio (PNG) in Grigio

 

--==§-• ¤ •-§==--

 

Eurk non volle scendere a compromessi con il locandiere evidentemente razzista, e cercò di tenergli testa con le parole per difendere la giusta causa.

Tu no edukato! Tu zolo fuole zoldi.

Dalle mie parti a est non si fa così. ***rivolto ora al locandiere***

Se fossi in questo mezz'orco ti sfascerei il locale. ***dopo un attimo di pausa***

Ma non sono questo mezz'orco.

La situazione si faceva pericolosa, un giovane si avvicinò ad Eurk, prendendolo sotto braccio.

E tu ke fuole?

Molto gentilmente sussurrò al mezz’orco di accomodarsi fuori.

Venga con me la prego.
°°°Ora si balla.°°°

Ariman si avvicinò all mezz'orco e all'umano. Orgon guardò alle spalle del guerriero per prevenire ogni cosa.

Signore, venga un'attimo, la imploro.
Azpetta io defe ankora manciare.
Hei tu, non peggiorare le cose, stai fermo.
***rivolto ad Afìo.***

Afìo, con un‘incantesimo, cercò di convincere Eurk a non intavolare una rissa, ma il mezz’orco rimosse con uno scrollone Afìo dal suo possente braccio. a quel gesto la folla gli si accalcò contro.

Un esile elfo fu il primo a brandire un coltello contro Eurk. Due grossi barbari umani erano appena al fianco e dietro, gli altri a pochi metri. Afìo si allontanò verso un'angolo della locanda, vicino al camino, tanto da stare al sicuro. Ariman estrasse la spada e Orgon afferrò il boccale vuoto pronto per difendere l'ibrido. Il grosso uomo si voltò di scatto intuendo le intenzioni di Orgon e prese la brocca dalle sue mani rovesciandola dietro il bancone, e mandando in frantumi alcune bottiglie di ceramica, poi sferrò un poderoso cazzotto sul petto del monaco, stendendolo sul pavimento. Allo stesso istante l'esile figura non fece in tempo a brandire la lama che d'istinto Eurk afferrò la sua mazza ferrata e, sicuro, la depositò violentemente sui denti dell'elfo, sfigurandogli terribilmente il viso e facendolo stramazzare a terra, aveva perso i sensi, forse era morto. Il silenzio per un attimo, poi un grido di vittoria che invase la locanda.


Wwwwaaaaaagghhh!

Poco distante, Ariman attaccò l’altro umano, ma la spada venne maneggiata goffamente dal guerriero, tanto che il barbaro non fece fatica a pararla con i bracciali d'acciaio che indossava. Il monaco si alzò dolorante, mentre sul corpo dell’elfo avanzò un chierico che era pronto all’attacco. Il mezz’orco inveì contro il barbaro che aveva ferito Orgon, sembrava molto forte, ed infatti subito si accorse di essere sotto mira, cosicché anticipò la mazza ferrata con la sua vanga e colpì brutalmente il capo di Eurk, che svenne diritto in terra, sbattendo anche su una seggiola prima di incontrare il pavimento. Il guerriero riprovò ad attaccare lo stesso barbaro, ma la spada si andò ad infrangere sull'elmo chiuso della vittima, scivolando giù senza far danno. Il contesto era diventato assai rischioso, tanto che Orgon, consigliato dal ragionamento, si defilò dalla calca verso l’uscio, mentre un chierico con la forza della preghiera riuscì a spaventare il mezz’orco che già aveva causato una vittima, per evitare il tracollo di qualcun altro.

Nooooo! Aaaargggghhh! Bazta! Baztaaaa!

L’atteggiamento di Eurk mutò notevolmente, lasciò cadere la mazza ferrata, ed usò le braccia per proteggere il viso ed il corpo dai prossimi colpi, mentre Ariman era ancora alle prese con un barbaro. Il secondo colpo del guerriero andò a vuoto colpendo una sedia vicina, era davvero fuori allenamento. All’ennesimo sfascio intervenne Mastro Dimberel con autorità.

FERMI! MI STATE DISTRUGGENDO LA LOCANDA!

Alle urla dell'oste si fermarono tutti, quattro clienti portarono quella "spazzatura" fuori il locale, e presero a calci i tre lasciandoli in mezzo alla foresta, seduti tra le frasche.

Non è il modo! Siete stati voi a cominciare.
***Mentre i quattro energumeni si allontanavano verso la locanda.***

Ariman era ancora integro, Orgon visibilmente contuso e Eurk davvero ridotto male.

°°°Bada cosa deve succedere con un mezz'orco°°°
Maledetti villici.
Uff. Maledetti baztardi!

Il guerriero aiutò Orgon ad accomodarsi su una pietra. Eurk era scomposto sul terriccio, si erano messi nei pasticci per qualche moneta d'oro ed una giusta causa razziale, a cosa sarebbero andati incontro?


About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | ©2007 Eurk

 

 

 

 



 

.